Avete mai pensato a come poter valorizzare i prodotti da prima colazione oltre le 10 del mattino? 
Una pioggia di idee creative ci arriva da Alfonso Poldi, Chef Advisor Alemagna, brand del gruppo Froneri, leader del mercato dei prodotti per il canale Ho.re.ca

 

È il momento di differenziarsi

Spesso le opportunità sono sotto ai nostri occhi ma noi le ignoriamo, per pigrizia o non conoscenza. 
Il periodo storico che stiamo vivendo, cari clienti, ci impone nuovi ragionamenti: dobbiamo puntare a differenziarci.
Differenziarsi significa introdurre qualcosa di nuovo, puntare sulla qualità e l’originalità delle proposte, valutare altre strade oltre a quelle solitamente battute.
Ascoltate i suggerimenti degli esperti e dei fornitori. Informatevi e leggete. Provate, riprovate. Queste pratiche possono incidere – e di molto – su alcuni aspetti della vostre attività. Potete ridurre gli sprechi, contenere il food cost e al tempo stesso conquistare i vostri clienti con novità golose e non convenzionali.

Un esempio?
Ottimizzate le risorse che avete in dispensa, nel frigo o nel congelatore.
A cominciare dalle prime, le primissime della giornata: le brioches.

 


Non solo a colazione

Premessa: parliamo di brioche ma in questa categoria vogliamo includere, per praticità, anche croissant, fagottini, conchiglie e tutti i prodotti da prima colazione che potete acquistare contattandoci o chiedendo al vostro agente di zona. Alemagna, nostro fidato fornitore, ha un assortimento davvero ampio e variegato, adatto a soddisfare qualsiasi gusto ed esigenza, tra cui intolleranze e diete specifiche.

Ora vi poniamo una domanda: se fossimo noi a creare un’esigenza nelle persone che varcano la soglia del locale? 
Se fossimo noi a stimolare un desiderio anziché inseguirlo rispettando i canoni?

Questi prodotti non sempre vengono utilizzati in toto. Sarebbe utile pensare a delle alternative di utilizzo.
Con pochi accoglimenti e un po’ di fantasia potete creare nuove occasioni di consumo durante tutto il resto della giornata.
Possono tramutarsi in simil-biscotti, oppure diventare brioches più piccole adatte ai coffee break, o ancora essere impiegate come basi per crostini e sfizi salati. Dipende dallo stile e dal format della vostre attività. 
Quel che è certo è che sono davvero in pochi gli operatori che attualmente li sfruttano appieno e potreste creare un vantaggio competitivo importante.

Alcuni esempi

Alfonso Poldi, responsabile dell’Accademia del Gelato di Antica Gelateria del Corso, da anni oltre a occuparsi di gelato esplora il mondo dei prodotti da prima colazione. Suggerisce di combinare professionalità, giusta creatività, tecnica e dimestichezza nella gestione di temperature, topping e ingredienti aggiuntivi. Quando parliamo di gestione, intendiamo la gestione dell’intera vita del prodotto: dalla conservazione alla cottura, dalla presentazione alla rielaborazione.
In occasione dell’ultimo corso di formazione Alfonso ha dato dimostrazione di come il prodotto da prima colazione possa trovare uno spazio più ampio al di fuori della fascia oraria del primo mattino. 
Lo si può proporre in accompagnamento a caffè o altre bevande, evitando di sprecarlo o di regalarlo ai dipendenti a fine giornata. Il segreto sta nel dare sfogo al vostro estro creativo. 
Potete ridurre le dimensioni, aggiungere granelle, frutta, glasse, oppure semplicemente dello zucchero a velo o della crema al cioccolato. Ancora: potete utilizzare la brioche per preparare veri e propri dessert al piatto, inumidendola con uno sciroppo di zucchero, o di zucchero e rhum, e poi arricchendo a piacere. 
L’alternativa, in veste salata, è ancora più inaspettata: tagliate a fettine il prodotto, tostatelo in forno e arricchitelo con ingredienti salati quali salumi, formaggi, frutta di stagione.  Sarà un ottimo e inaspettato compagno per aperitivi e snack!

 

Potete attingere dai consigli di Alfonso partecipando ad uno dei tanti corsi di formazione organizzati da Alemagna, svolti in streaming oppure in presenza quando possibile.