Tutto iniziò con uno strudel

Nel 1967 venne ‘sfornato’ il primo strudel surgelato d’Europa. L’invenzione porta il nome di Georg Pan e rappresenta un passaggio epocale per la conservazione dei prodotti dolciari. Una vera e propria rivoluzione!
L’azienda altoatesina Pan nasce, tuttavia, molto tempo prima: nel 1888. 
Stiamo parlando di una realtà che oggi sforna centinaia di referenze destinate al mondo retail e al canale Horeca, con prodotti di alta qualità e alto contenuto di servizio, in grado di soddisfare molteplici esigenze, in particolare per chi dispone di piccoli spazi di laboratorio.

Continuiamo a parlare di numeri: 35 chilometri di strudel e mezzo milione di snack dolci e salati prodotti ogni giorno; seimila tonnellate di mele fresche lavorate ogni anno. 
Sono cifre notevoli che danno la misura di un’attività in grado di innovarsi sia sul piano della produzione, sia sulla comprensione dei consumi, aumentando la forbice produttiva in misura considerevole, ma senza rinunciare mai a materie prime genuine e ricette tradizionali.

Il mercato italiano e il valore aggiunto che può dare il distributore

 

L’Horeca rappresenta uno dei focus dell’azienda Pan Surgelati, sia dal lato ristorazione, sia dal lato hotellerie. In Italia buona parte del mercato si concentra sulla richiesta di prodotti salati, ma c’è spazio anche per il mondo dolce (come potrebbe essere altrimenti?!), specie nelle località di montagna dove lo strudel e gli altri dolci tipici dell’Alto Adige sono di apprezzati senza vincoli stagionali.

Con l’area marketing dell’azienda Pan abbiamo disquisito a lungo sull’importanza delle attività di consulenza per i professionisti, sia per conto delle aziende produttrici sia per conto dei distributori alimentari.
“Aziende come Bergel + rappresentano il ponte ideale per arrivare nelle cucine e nelle attività di accoglienza. Sono un canale diretto per informare gli utilizzatori finali sulle caratteristiche dei prodotti, le modalità di trasformazione, le differenze rispetto a prodotti simili ma diversi in qualità e tenuta di cottura! Dobbiamo trasferire a chi acquista il prodotto più informazioni possibili sullo stesso, è il modo migliore per valorizzarlo e creare un vantaggio competitivo” ci spiega Alexandra Platter, responsabile marketing dell’azienda.

Il paniere di prodotti Pan è davvero variegato. Noi abbiamo scelto, tra gli altri: lo strudel con pasta velo dalla sfoglia molto sottile, ricco di frutta con abbondante ripieno; lo strudel di mele con pasta foglia, ripieno di mele fresche lavorate a cubetti, uva sultanina scelta, zucchero e cannella; e ancora la selezione di finger food, salatini e pizzette, dalla sfoglia sempre luminosa e dorata in modo uniforme. Tutti i prodotti garantiscono un alto livello qualitativo e in termini di contenuto di servizio, una preparazione pratica e veloce.

Nuove tendenze e piccoli accorgimenti

“L’azienda Pan Surgelati si impegna da tempo a fornire spunti per un impiattamento accattivante o un abbinamento originale. I nostri dolci, a cominciare dallo strudel, possono essere serviti al naturale, oppure arricchiti con zucchero a velo, gelato, glasse, granelli di frutta secca… le opportunità di personalizzazione e differenziazione sono infinite e offrono la possibilità di declinare il prodotto a seconda della stagione”.

Negli ultimi anni, in particolare in quello che ci lasciamo alle spalle, si sono fatti largo due termini: superfoood e take away. 
“Per essere un’azienda innovativa e all’avanguardia bisogna ascoltare, prevedere, anzi ancor meglio anticipare i bisogni. In questo periodo storico il cibo take away e il cosiddetti superfood, ovvero gli alimenti con elevato valore nutrizionale, stanno piacendo tanto. Nel nostro assortimento abbiamo creato delle linee ad hoc per soddisfare questi nuovi bisogni”.