Torna a Blog
al deot nuova apertura

Al Deot, nuova apertura a Caravaggio

Il 25 Maggio è una data cerchiata in rosso nel calendario di Federica Guarnerio e Simone Ferri. Coincide, infatti, con l’apertura del loro Al Deot, un’insegna poliedrica nel centro di Caravaggio, in provincia di Bergamo.

Federica si è avvicinata in questi anni al mondo della ristorazione, ma ha già chiarissimo il metodo e gli obiettivi.

“Per anni ho militato in un altro settore. Ho incontrato la ristorazione grazie a Simone, il mio compagno e ho iniziato a immaginare il mio impegno in un’attività propria. Il primo concetto che ho interiorizzato è che per fare questo lavoro sono indispensabili la passione e la curiosità, la voglia di penetrare le situazioni, di stare a contatto con le persone. Sì, sicuramente l’aspetto della condivisione e della socialità sono centrali in questo lavoro. Ma c’è anche dellaltro… ”.

Ce lo racconterà in seguito.

“Qui, dove ora sorge Al Deot – continua Federica che ci parla dal locale, che è sempre la prima ad aprire e l’ultima a chiudere – c’era un’attività storica, molto conosciuta. Abbiamo sventrato la struttura e dato nuova vita agli spazi. Abbiamo scelto arredi curati, colorati, confortevoli. Il menu è ampio e diversificato. In cucina c’è uno chef con esperienza internazionale che ha saputo fare commistione tra innovazione e preparazioni della cucina italiana. È libero da qualsiasi schema classico e questo è un vantaggio, attira le persone, soprattutto quelle che escono per incontrare qualcosa di nuovo”.

Particolare Al deot
esterno Al Deot

Accanto ai piatti dalla cucina le pizze, gli hamburger, gli snack per accompagnare l’aperitivo o il dopocena, visto che l’area mixology qui è di punta.

“L’obiettivo è dare a chi viene Al Deot un’ampia possibilità di scelta, qualsiasi sia l’occasione. Siamo in una fase di studio, il locale è aperto da poco più di un mese, la clientela inizia a conoscerci e viceversa. Proprio in questa fase è fondamentale mostrarsi dinamici e sapersi raccontare. Stare in sala non significa portare dei piatti o leggere la lista della spesa, vogliamo trasferire l’anima al cliente, invogliarlo a provare, dargli un motivo per fidarsi”.

Ma oltre a questo, dicevamo, c’è un altro nocciolo importantissimo da gestire.
“Questo periodo storico è davvero imprevedibile, in tutti gli ambiti”- continua Federica. Le variabili sono tante e non riguardano solo l’attirare le persone o mettere in campo una comunicazione efficace. Le materie prime stanno subendo una forte impennata, l’energia costa sempre più cara, il personale è difficile da reperire e spesso necessita di formazione da zero. In questo scenario agli imprenditori della ristorazione serve una meticolosa gestione del food cost e la capacità di gestire tutte le risorse prevenendo eventi inattesi”.

Interni Al Deot Caravaggio

Anche se non è semplice, ci pare di capire che Federica e Simone sappiano tenere a bada l’entusiasmo e puntino sulla concretezza.

“Il giorno dell’apertura, e i precedenti, sono stati attraversati da molte emozioni. Da un lato la felicità, l’energia, la voglia di aprire e vedere cosa succede. Dall’altro il timore di non riuscire a far girare l’insegna, di non riuscire a gestire i tantissimi cavilli che caratterizzano un’attività di ristorazione. Aprire un locale genera un vortice di sensazioni contrastanti. Non bisogna perdere il senso di responsabilità, la grinta, la determinazione nel fare le cose anche quando gli altri non le percepiscono del tutto da subito…”

Le abbiamo chiesto, infine, anche perché ha scelto Bergel+. 

Ho scelto Bergel+ su consiglio del mio compagno che lo utilizza come fornitore da anni nei suoi locali. Mi hanno convinta i prodotti di ottima qualità e il fatto che mi abbiano dimostrato di essere molto disponibili a collaborare rispetto alle consegne e alle tempistiche. Cercano di reperire i prodotti migliori, soprattutto ittici, sul mercato, e a prezzi competitivi”.

Aprire un ristorante non è mai semplice ma in questa fase lo è ancora di più. Vedere clienti così determinati, con i piedi per terra, consapevoli delle opportunità e dei limiti, fa ben sperare per il futuro di questo settore!

 

Al Deot
Via Roma, 44, 24043
Caravaggio (BG)

www.aldeot.it

 

Torna a Blog